Calcolatrici scientifiche: guida, istruzioni per l’uso, dettagli

La calcolatrice scientifica è un prezioso alleato per chi ha la necessità di avere un supporto nella realizzazione di calcoli ed operazioni matematiche. Le calcolatrici scientifiche esistono di molti tipi differenti, adatte a diverse modalità e complessità di utilizzo. Esistono infatti calcolatrici più semplici e meno sofisticate per gli studenti, e calcolatrici di gran lunga più complesse utilizzate solamente da specialisti matematici e statisti.

Per chi si trova per la prima volta faccia a faccia con questo genere di dispositivo potrebbe essere complesso capirne il funzionamento senza una adeguata preparazione. In questo articolo vogliamo fornirti le linee guida per utilizzare al meglio la tua calcolatrice scientifica.

Esamineremo le funzioni principali di questi speciali dispositivi di calcolo in una guida completa all’uso. Continua la lettura per scoprire tutti i segreti per utilizzare una calcolatrice scientifica come un professionista.

 

Cos’è una calcolatrice scientifica

La calcolatrice scientifica si differenzia da un modello tradizionale per tutta una serie di funzionalità aggiuntive. Con una calcolatrice tradizionale è possibile svolgere solamente calcoli semplici, come addizioni e sottrazioni, moltiplicazioni e divisioni, e alcuni leggermente più complessi come radici quadrate e percentuali.

Per avere la possibilità di risolvere calcoli più complessi in modo semplificato, dobbiamo scegliere una calcolatrice scientifica.

Questo modello si presenta anche all’aspetto decisamente diverso rispetto ad un modello tradizionale. La tastiera è decisamente più ricca di pulsanti e opzioni differenti e lo schermo è in genere più grande.

Calcolatrici scientifiche: le funzioni basilari

A prima vista la presenza di così tanti tasti e pulsanti differenti può spaventare e scoraggiare chi si approccia per la prima volta ad una calcolatrice di questo genere.

Per questo motivo, per prima cosa quando si acquista una calcolatrice, sarebbe utile consultare il manuale delle istruzioni. Le funzioni delle calcolatrici scientifiche si assomigliano molto tra i diversi modelli che si trovano in commercio, ma ci potrebbero essere delle piccole differenze. In fase di settaggio potrebbero esserci delle differenze che intralceranno il tuo lavoro in futuro. Sempre meglio partire con il piede giusto sin da subito.

Entriamo ora nel vivo dell’uso della calcolatrice scientifica. A prima vista si possono facilmente individuare i pulsanti relativi al tastierino numerico e con le operazioni basilari.

Nella parte superiore rispetto al tastierino con i numeri troviamo però una grande varietà di altre funzioni disponibili. Vediamo quali sono quelli di base:

  • Inverso di un numero: premi il tasto x-1 per portare un numero o una intera espressione a denominatore
  • Radice quadrata: il tasto √ serve a ottenere la radice quadrata di un numero
  • Quadrato di un numero o di una espressione: il tasto x2 serve ad ottenere il quadrato di un numero o di una espressione
  • Elevazione esponenziale di un numero: il tasto ^ premuto dopo un numero o una espressione consente di elevarli alla potenza di un esponente che andrà digitato a sua volta.

Funzionalità avanzate di una calcolatrice scientifica

Per uno studente del liceo, che non studia materie scientifiche a livello avanzato, le funzionalità di base spesso sono sufficienti. La calcolatrice scientifica è studiata però per risolvere problemi e operazioni assai più complesse.

Studenti di materie scientifiche e universitari avranno bisogno di conoscere anche le funzionalità più complesse per sfruttare al massimo le potenzialità di questo strumento. In questo paragrafo faremo degli esempi di funzionalità che vengono utilizzate più spesso.

Vediamole insieme:

  • Funzine seno: tasto sin
  • Logaritmo base 10: tasto log
  • Logaritmo naturale: tasto In
  • Funzione tangente: tasto tan
  • Parentesi: tasti (  )
  • Funzione coseno: tasto cos

Chi studia matematica o altre materie scientifiche avrà sicuramente utilizzato molto spesso questo genere di operazioni per risolvere problemi più o meno complessi.

Avere la possibilità con un solo tasto di risolvere queste operazioni ti consentirà di risparmiare molto tempo e di non rischiare di commettere errori di calcolo o dovuti ad una disattenzione.

Funzioni secondarie

Se guardi con attenzione la tastiera della tua calcolatrice scientifica, noterai che spesso sullo stesso pulsante si trovano due simboli diversi. Solitamente queste vengono indicate come funzioni secondarie e sono di colore giallo.

Per utilizzare queste funzioni bisogna prima premere il tasto SHIFT e poi il tasto contenente la funzione secondaria di cui abbiamo bisogno per il nostro calcolo.

In questa sezione particolare si trovano diverse funzioni che sono secondarie solo per il loro nome. Spesso infatti si tratta di operazioni molto comuni e molto utilizzate.

Tra le principali troviamo:

  • Fattoriale: tasto x!
  • Radice cubica: tasto 3
  • Radice x esima: tasto x
  • Potenza in base 10: tasto 10x
  • Funzione arcocoseno: tasto cos-1
  • Funzione arcoseno: tasto sen-1
  • Potenza in base e di un numero: tasto ex

Queste funzionalità possono essere utili a chiunque si trovi a dover affrontare questi calcoli, sia studenti del liceo sia professionisti del settore.

Consigli finali per l’utilizzo corretto di una calcolatrice scientifica

Abbiamo riassunto nei paragrafi precedenti le funzionalità principali di una calcolatrice scientifica. Queste operazioni servono per avere una infarinatura generale di quello che sono le potenzialità di una calcolatrice di questo genere. Se stai valutando l’acquisto di una calcolatrice scientifica, occorrerà valutare quali sono le tue necessità reali. A seconda del avanzamento del grado di studio della materia, ci saranno in commercio diversi modelli adatti a differenti livelli. 

Anche i prezzi delle calcolatrici variano molto tra modello più basilare e quelli più avanzati. Ecco perché è importate conoscere bene le differenti tipologie e modelli in commercio. Per una calcolatrice scientifica adatta al liceo potresti spendere intorno ai 15 euro, per una avanzata per professionisti del settore potrebbero volerci anche qualche centinaia di euro. 

Utilizzare una calcolatrice scientifica potrebbe essere difficile se sei alle prime armi, come per ogni cosa, la pratica è fondamentale per imparare.

Parti leggendo il manuale della tua calcolatrice e scopri piano piano tutte le differenti funzionalità disponibili. Vedrai che non ne potrai più fare a meno una volta presa la giusta confidenza con lo strumento.

La calcolatrice scientifica non è la soluzione per riuscire bene nello studio della matematica, ma sicuramente è un grande aiuto per velocizzare le operazioni e evitare errori di calcolo e distrazione durante la risoluzione di problemi ed espressioni complesse e lunghe. Acquisisci il giusto metodo e la calcolatrice farà il resto.


Sono laureata in comunicazione e sono una redattrice editoriale ed editor. Sono appassionata da sempre al mondo della scrittura e ho trovato la mia dimensione nelle scrittura per il web. Amo leggere e il mondo editoriale in genere. Sono inoltre appassionata di tematiche che riguardano la tecnologia e il digitale.

Classifica dei Migliori Prodotti

Back to top
Calcolatrici scientifiche